The Harvest: Agro Pontino sotto accusa

The Harvest: Agro Pontino sotto accusa
Città Cultura Latina Magazine Territorio

The Harvest: film-denuncia del caporalato pontino

The Harvest è realtà. Cruda, certa, assodata. La realtà quotidiana dell’Agro Pontino, dove la comunità Sikh impiantata in questi luoghi diversi anni or sono, per vivere – anzi, sopravvivere – è costretta ad accettare le più penose condizioni di lavoro senza possibilità di chiedere, reagire, protestare.
Braccianti agricoli vittime di un caporalato tutto nostrano che si limita a pagare la sua manodopera con pochi, miseri euro. Questa l’ignobile ricompensa a ritmi lavorativi estenuanti, questo il triste salario di chi trascorre il proprio tempo esposto al caldo afoso, nei mesi più miti e al vento gelido, nei mesi più freddi. Tutti aspetti che insieme alle vessazioni fisiche e psicologiche, contribuiscono a determinare una gravissima forma di sfruttamento del lavoro e di violazione dei diritti umani.
The Harvest è il docu-film denuncia prodotto da SMK Videofactory e distribuito da Open DDB che mediante una forma narrativa nuova, dove il documentarismo incontra alcuni elementi tipici del musical, racconta la piaga quotidiana dei Sikh nelle campagne di Latina e provincia.
Girata proprio nei luoghi dell’Agro Pontino, la pellicola riproduce fedelmente l’atmosfera e l’ambientazione tipica di questo “substrato sociale”, così come l’indifferenza inetta degli italiani, ahimè avvezzi alla fotografia ordinaria di malinconici ragazzi a bordo di biciclette sgangherate sulle carreggiate pontine.
Fresco di esordio nelle sale, The Harvest è già un successo, reduce di prestigiosi premi internazionali, a partire dagli indiani Best Documentary e Official Selection, ma anche l’olandese Idfa Docs For Sale.
Il 16 febbraio, a Latina, il film verrà proiettato gratuitamente presso il Cinema Multisala Corso, su iniziativa dei Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio CESV e SPES. Appuntamento, ore 18.30.
Ai danni di emarginazione, sopraffazione insensata, ingiustizia sociale e sfruttamento di uomini su altri uomini, il cinema s’impone in tutta la sua facoltà di ribellione. Perché è solo a partire dalla denuncia che può avvenire il cambiamento! The Harvest ce la farà: ne siamo certi!

The Harvest