Quel coraggio delle modelle ciociare alla corte di Parigi. “Eppure osarono”, il libro di Maria Rosaria Valentini tra le novità più interessanti di TROVAUTORE

Quel coraggio delle modelle ciociare alla corte di Parigi. “Eppure osarono”, il libro di Maria Rosaria Valentini tra le novità più interessanti di TROVAUTORE
Alvito Atina Città Cultura Fiuggi Magazine Picinisco San Donato Val di Comino Tempo libero Territorio

All’interno di Trovautore, tra i libri più interessanti presentati in rassegna, segnaliamo “Eppure osarono” della scrittrice Maria Rosaria Valentini, edito da Francesco Brioschi. L’idea della Valentini di raccontare la storia di due ragazze ciociare che “osano” abbandonare la loro terra d’origine per andare incontro all’ignoto con coraggio e consapevolezza, nasce dal ritratto di Hébert – noto pittore francese dell’Ottocento – “Le ragazze di Alvito”.

Protagoniste del romanzo due giovani della Valle di Comino, Lucietta e Lia, che partendo dai ritmi lenti di quel mondo contadino, arriveranno fino a Parigi inseguendo, quasi sfidando, un destino già scritto, dove il sogno di diventare modelle diventa uno strumento di emancipazione. “Eppure osarono” è la storia di un viaggio, un viaggio all’interno di emozioni, stati d’animo, dolori e sofferenza.

Lucietta e Lia, seguendo l’esuberanza tipica dell’adolescenza, decidono una notte di abbandonare il piccolo paesino d’origine per andare incontro a una nuova vita.

A Roma, si dice, ci sono dei pittori che stanno cercando giovani ciociare da ritrarre, cosa piuttosto comune all’epoca. È la loro occasione: Lucietta e Lia, seguendo l’esuberanza tipica dell’adolescenza, decidono una notte di abbandonare il piccolo paesino d’origine per andare incontro a una nuova vita. Sarà l’inizio di un cammino intimo, faticoso, anche fisico con il corpo che cambia, come le amicizie e gli amori. Un percorso che Lucietta e Lia affronteranno con la forza selvatica della loro bellezza.

L’inizio di un cammino intimo, faticoso, anche fisico con il corpo che cambia, come le amicizie e gli amori. Un percorso che le ragazzine affronteranno con la forza selvatica della loro bellezza.

Ma l’idea di partire per andare a fare un mestiere inusuale, scomodo, lontano, voleva dire abbandonare le sicurezze di quel piccolo mondo antico rappresentato dalla loro terra d’origine, la Ciociaria. Per questo “Eppure osarono” è anche simbolo di emancipazione e di libertà tutta al femminile: una storia di indipendenza, raccontata con eleganza e sensibilità da Maria Rosaria Valentini, a volte anche con una scrittura viscerale, fisica, quasi sofferente, in cui traspare il coinvolgimento emotivo dell’autrice originaria della Valle di Comino. “Rituali di un mondo antico: in Ciociaria le donne andavano alla fontana a prendere l’acqua con pesanti anfore sulla testa. Questo formava il corpo delle adolescenti, le affinava nel camminare, conferiva loro una certa grazia. Era una specie di rito di passaggio. Fierezza e coraggio: le doti migliori con le quali queste donne affrontavano il nuovo mondo, senza perdere le tracce della loro terra” afferma l’autrice.

Una scrittura viscerale, fisica, quasi sofferente, in cui traspare il coinvolgimento emotivo dell’autrice, originaria della Valle di Comino

Alla Valentini, e al suo bel libro “Eppure osarono”, dobbiamo il nostro ringraziamento per aver riportato alla luce, sotto forma di romanzo, le storie di tante ragazze ciociare che partirono verso la Ville Lumière, finendo spesso in miseria dopo aver fatto da modelle, e – sovente – da amanti, a pittori famosi del calibro di Hébert, Picasso, Rodin, Matisse, Van Gogh (leggi la storia dell’Accademia Vitti su Girocittà). È il riscatto della femminilità che rompe lo stereotipo della classicità, per arrivare a interpretare – anche attraverso la sensualità del corpo – quell’idea di ribellione e di emancipazione tutta al femminile a cui ancor oggi, noi contemporanei, dobbiamo far riferimento.                   
Andrea Giorgilli

“Eppure osarono”, di Maria Rosaria Valentini. Francesco Brioschi Editore
Per informazioni vai sul sito dell’editore, clicca qui.