Storie in cammino

Storie in cammino
Località da visitare Natura Storie in cammino Tempo libero Territorio

Uno più uno non solo fa due, è guardare avanti, fa che siamo in tanti

Diamo il via oggi ad una nuova rubrica. Ci piace pensarla come una sorta di scatola dei doni: regalerà storie di vita e quindi speranze o sogni. Perché storie di vita e non di viaggiatori? Perché siamo tutti in cammino e non partiamo mai per lasciare qualcosa ma per trovarne un’altra e condividerla alla tappa successiva. Vi racconteremo l’esperienza di Pietro sulla Via Francigena nel 2016 e dei compagni che hanno scelto di appoggiarlo.

Nessuno di noi è tanto in gamba quanto noi tutti messi insieme

Lo disse Roy Kroc, fondatore di McDonald’s. C’è forse qualcuno che non lo conosce? Ha costruito un impero che tutt’oggi resiste grazie al lavoro di squadra. E noi di Free Wheels crediamo che alla base di ogni rapporto umano serva la cooperazione perché una famiglia felice è quella dove ogni membro svolge il suo ruolo. È così che siamo partiti per la Via Francigena: ognuno ha messo del suo per arrivare al nostro. L’idea l’ha avuta Pietro durante “Fa’ la cosa giusta” (fiera del consumo critico e del turismo responsabile) che dopo aver pubblicato “Santiago per tutti” ha avvertito il bisogno di scoprire anche il suo Paese e lo ha proposto a Girumin. Quest’ultimo, spirito creativo e mai arrendevole ha costruito un carrello per trasportare la carrozzina di Pietro e farlo viaggiare in autonomia. Più siamo e meglio è, giusto? Quindi il team non era ancora completo fino a quando non si sono aggiunti Bartolomeo, Pino e Roberto. Ognuno di questi viaggiatori ha arricchito l’altro ed è stato arricchito di un tesoro che consiste nella CONDIVISIONE di un momento che a prescindere dalla durata è stato, è, e sarà eterno. Del resto, siamo tutte le persone che incontriamo lungo il cammino.

Rubrica a cura di Giulia D’Angeli