Le 7 spiagge di Gaeta, tra il blu e il verde

Le 7 spiagge di Gaeta, tra il blu e il verde
Benessere Città Cultura Curiosità Gaeta Località da visitare Magazine Natura Sport Tempo libero Territorio

Le 7 spiagge di Gaeta, tra il blu e il verde

Gaeta possiede un mare dalle mille sfumature, qui il verde smeraldo ed il blu delle acque limpide, si fondono con il verde della natura e con l’intensa atmosfera antica del borgo.
La città grazie alla bellezza del suo mare ed alla sua ricchezza culturale, anche quest’anno ha conquistato la bandiera blu, il riconoscimento internazionale istituito nel 1987.
Gaeta è una meta poliedrica, adatta anche in inverno grazie al suo invidiato patrimonio artistico e naturalistico che si specchia sul mare. Dai castelli di Gaeta Medievale, alle sue cappelle, torri di vedetta e musei, passeggiare nel suo Centro Storico e sui percorsi di Monte Orlando è a dir poco emozionante.
Adesso, non ti resta che salire con noi in barca, e cominciare il tour tra le bellissime spiagge della romantica cittadina, separate l’un l’altra da una torre genovese.

Spiaggia di Serapo

Spiaggia di Serapo Gaeta

Qui un tempo vi era una possente duna di sabbia utilizzata per realizzare bottiglie di vetro. Oggi è la principale spiaggia di Gaeta, dalla sabbia finissima e chiara e poco distante dal borgo. Alle pendici del Monte Orlando, questa amatissima insenatura ha anche una particolare caratteristica: “la Nave di Serapo“, un scoglio che ricorda la forma di una nave. Questa spiaggia è ottima per gli amanti dello snorkeling, in quanto è un interessante sito biologico caratterizzato dalla popolazione discreta di avifauna, ma anche per gli amanti del relax di fronte un buon cocktail. Molti sono, infatti, i lidi che organizzano aperitivi di classe!

Spiaggia di Fontania

Spiaggia di Fontania Gaeta

Meta degli amanti delle immersioni, questa spiaggetta ha anche un grande valore archeologico. Qui in effetti si trovano ancora oggi i resti della villa del Console romano Gneo Fonteo, il quale la scelse per la sua suggestiva posizione e bellezza. Questa piccola insenatura è raggiungibile a piedi o a nuoto dalla spiaggia di Serapo (anche da qui è visibile “la nave”) ad ai suoi lati si trovano due grandi grotte. Vicino la riva ci sono, poi, dei grandi piloni a testimoniare che in passato sicuramente vi era una piscina naturale che comunicava con il mare.

Spiaggia dell’Ariana

Spaiggia dell'Ariana Gaeta

Dalle acque molto chiare, la spiaggia dell’Ariana è caratterizzata da sabbie fini e dal verde della macchia mediterranea tutta intorno. Nell’antico dialetto locale “Ariana”, significava proprio Aria Sana. La spiaggia è meta ambita dei turisti ed è facilmente riconoscibile, oltre che dal suo incanto, anche dagli scogli dei tre cani.

La spiaggia dei 40 Remi

Spiaggia dei 40 Remi Gaeta

Questa piccola spiaggia si può raggiungere solamente in barca o a nuoto dalla spiaggia di Fontania, e proprio il suo nome deriva dal numero di remate che occorrono per arrivarvi. Questo tratto di costa è molto frequentato da subacquei grazie alla presenza di numerose grotte. Quella visibile in foto è la grotta del diavolo o Pozzo delle Chiavi, da qui è un emozione unica guardare le stelle dalla sua apertura.

Spiaggia dell’Arenauta

Spiaggia dell'Arenauta Gaeta

Nota anche come spiaggia dei 300 Gradini, è completamente invisibile dalla strada ma semplicemente magica nel suo essere selvaggia e incontaminata. La sabbia chiara e l’acqua cristallina fanno da cornice alle alte rocce scoscese. In passato questa spiaggia era raggiungibile soltanto via mare e per questo era anche particolarmente amata dai naturisti.

La Baia di Sant’Agostino

Baia di Sant'Agostino Gaeta

Lunga 2 km, è la spiaggia più frequentata di Gaeta, nonchè più lunga. Meta di scalatori esperti, presenta delle affascinanti cadute rocciose a picco sul mare appartenenti al Monte Moneta. Le pareti, chiamate anche strapiombi rossi, possono essere scalate in ogni periodo dell’anno tranne dal 25 febbraio al 15 aprile, mesi in cui nidifica il falco pellegrino.
In passato questo lungo tratto di costa era molto secco e coltivato a vigne, meloni, cocomeri, susine e granoturco.

Spiaggia di San Vito

Spiaggia di San Vito a Gaeta

Da questa spiaggia, ottima per le immersioni, è possibile nuotare tra grotte, calette piccolissime e acque limpide. Selvaggia come il suo mare aperto, in alcuni tratti appartiene a strutture private. Per questi motivi è adatta anche ad appassionati di vela e a famiglie.

Elisa Rossi