La Donna nel Mondo

La Donna nel Mondo
Curiosità Magazine

Giornata Internazionale delle Donne

C’è chi la prende sul serio, e chi ne approfitta solo per avere una serata libera con le amiche. C’è chi crede profondamente al suo significato politico, e chi invece pensa che non ci debba essere un unico giorno all’anno per festeggiare il genere femminile. C’è chi conosce e rispetta la storia e le origini dell’evento e chi invece preferisce il divertimento all’informazione critica.
Fatto sta che l’8 marzo è stata riconosciuta a livello internazionale come la giornata dedicata alle donne.

Ma quanto incide la cultura e le tradizioni di un Paese nei rispettivi festeggiamenti? Facciamo un giro per il mondo alla scoperta di tutte le manifestazioni che contraddistinguono questa giornata!

Partendo dall’Africa vediamo che l’8 Marzo viene celebrato quasi ovunque con un forte sentimento di donne in lotta, il che non sorprende affatto. Dal Camerron, allo Zimbabwe, fino ad arrivare in Sud Africa, a cavallo della festività, si organizzano numerosissimi eventi e iniziative artistiche-culturali, che spesso si protraggono anche per tutta la settimana, al fine di rivendicare i propri diritti politici e sociali. Un tentativo di tenere viva l’attenzione sui temi più scottanti dell’attualità.

Spostandoci nel continente asiatico e in particolare in Indonesia e nelle Filippine, dove le donne si classificano come tra le più istruite di tutta l’Asia, durante la giornata delle donne è tutto un pullulare di feste, mostre di giovani donne-artiste e interessanti eventi culturali, che permettono alle donne di incontrarsi  e di discutere intorno a tematiche politiche molto forti. Così come in Vietnam dove le donne, rappresentando la forza lavoro più importante per l’intero paese, hanno fondato la rete Women Union, un vero caposaldo per la protezione dei diritti civili delle stesse.

Spingendoci infine in America Latina, vediamo che in Ecuador esiste invece un vero e proprio parco dedicato alla donna, “El Parque de las Mujeres”, dove si organizzano eventi e manifestazioni in rosa, mentre in Colombia, le donne si spingono addirittura oltre, negando l’accesso agli uomini che vengono quindi completamente esclusi dai festeggiamenti che prevedono l’organizzazione delle cosiddette “Pollada”. Vere e proprie riunioni di quartiere durante le quali si vendono patate, tamales e pollo per la raccolta fondi destinata a rafforzare le attività delle organizzazioni femminili.

Quindi, che tu sia in Africa, in Indonesia o addirittura in Sud America, stai tranquilla e ricorda che l’8 marzo tutto il mondo è Paese!