Fritti ciociari, che bontà!

Fritti ciociari, che bontà!
Curiosità Magazine Mangiare Territorio

La tradizione popolare vuole che “anche una suola di scarpe, se fritta, diventa buonissima”
Beh, a dir la verità non è proprio così, importante è l’olio usato per la frittura, ma anche ciò che si frigge.
Con la bella stagione e l’arrivo delle primizie certamente ci possiamo sbizzarrire nel mettere dentro l’olio bollente quasi tutto, ma la cosa più buona in assoluto, quella che tutti amano sono sicuramente i fiori di zucca.

Oggi si fanno un po’ in tutt’Italia, semplici o farciti in modi diversi, pastellati o infarinati, quelli classici della nostra zona son quelli farciti con mozzarella e filetto di acciuga. Si trovano già pronti surgelati, ma volete mettere la gioia di farli voi con tutti gli ingredienti freschi? 

I fiori di zucca che si fanno qui in Ciociaria sono quelli farciti con mozzarella e filetto di acciuga

E come ricetta di saluto e nel ridarvi appuntamento a settembre eccovi allora la mia ricetta per i fiori di zucca:
il numero dei fiori a persona varia se sono un antipasto o se vogliamo farci male!
Appena comprati, devono essere freschissimi vanno lavati delicatamente ma bene anche dentro (ci si potrebbe essere nascosto qualche insettino) facendo attenzione a non romperli.

Poneteli a scolare in un colo, ed intanto tagliate a dadini (per la grandezza del dadino regolatevi sulla grandezza del fiore deve essere circa la metà) potete mettere sia il fior di latte che la mozzarella di bufala (qualcuno dirà che è un po’ sprecata, ma che sapore!)  preparate su un piattino delle acciughe regolatevi se metterne metà o una intera, questo è davvero secondo il vostro gusto.

Prendete una ciotola e versate un bicchiere di acqua gassata o di birra (anche qui dipende dal gusto) ed aggiungete un pizzico di sale e farina fin che l’impasto non sia cremoso ma liquido.

Piccoli segreti: fior di latte o mozzarella di bufala, un bicchiere di acqua gassata o di birra. E fate attenzione all’impasto: che non sia cremoso ma liquido!

Mettete a scaldare l’olio e cominciate a farcire i fiori con mozzarella ed alice, immergete nella pastella e tiratelo su lasciando scolare la pastella in eccesso, immergetelo nell’olio e quando è dorato su un lato giratelo sull’altro, poneteli a scolare su carta assorbente e mangiateli caldi.

Buon appetito, ci rivediamo a settembre, passate una buona estate e cercate sempre di mangiare prodotti del territorio che vi ospita!

Anna Maria Di Carlo