Fiuggi: il Palazzo della Fonte nel gruppo Forte Village

Fiuggi: il Palazzo della Fonte nel gruppo Forte Village
Città Cultura Fiuggi Magazine Storia Tempo libero Territorio

“La soddisfazione dei lavoratori e di tutta la città”

La notizia dell’aggiudicazione all’asta del Grand Hotel Palazzo della Fonte di Fiuggi da parte del gruppo Forte Village, rappresentato da Lorenzo Giannuzzi e da un altro socio di nazionalità russa, per 16 milioni e mezzo è di per sé una buona notizia. Dopo anni di peripezie, rilanci, gran gala, eventi, momenti di crisi, chiusure, fallimenti e tribunali…finalmente si riparte da una realtà solida, forte e ben conosciuta come il Forte Village. Un gruppo che già in passato aveva gestito il glorioso Palazzo delle Fonte, e che, con il direttore Giannuzzi, aveva inaugurato una stagione felice e ricca di grandi appuntamenti.

I cancelli sbarrati

Certo vedere il Palazzo della Fonte chiuso, i cancelli sbarrati, con più di duecento lavoratori rimasti disoccupati, un indotto completamente fermo, camioncini che uscivano ed entravano dal Palazzo pieni di preziosi elementi di arredo…faceva male non solo ai fiuggini ma a tutti quelli che vogliono bene a Fiuggi, e che nella cittadina termale ci vanno a passare un po’ di giorni di vacanza. Vederlo chiuso su ordine del tribunale a sancire una situazione ormai non più sostenibile con gravi responsabilità diffuse, pensarlo chiuso nei giorni di festa proprio quando lo si immaginava splendidamente addobbato e illuminato pronto ad accogliere persone da tutto il mondo, non solo ci ha fatto male ma sembrava il simbolo di una decadenza ormai inarrestabile.

Un Palazzo storico

Un palazzo storico, raffinato, inconfondibile nel suo perfetto stile liberty, realizzato nel 1913 a Fiuggi e subito balzato alle cronache come l’hotel più elegante e moderno d’Europa, meta prediletta di tutta l’aristocrazia europea. È qui che Vittorio Emanuele III Re d’Italia firma la partecipazione dell’Italia alla Prima Guerra Mondiale. Poi il vero splendore, con tanti ospiti illustri come Giovanni Giolitti, Luigi Pirandello, Pablo Picasso, Gabriele D’Annunzio, Guglielmo Marconi, Francesca Bertini, Eleonora Duse, Caruso, Caroll Baker, Titta Ruffo, Vittorio De Sica, Eduardo De Filippo, Totò, Anthony Quinn, Roberto Rossellini, Ingrid Bergman e Re Faruk, e molti altri.

Di inconfondibile pregio architettonico

Nel 2008 viene riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali “palazzo meritevole di tutela e conservazione in quanto importante esempio d’imprenditoria turistico-termale dell’hotellerie italiana nonché per l’architettura di Primo Novecento dove lo stile liberty, presente in tutti gli ambienti, conferisce al Palazzo un inconfondibile pregio architettonico“. Ecco perché non meritava di finire all’incanto, ecco perché bisogna avere più rispetto dei luoghi simbolo di un territorio, ecco perché oggi salutiamo con soddisfazione l’entrata del Palazzo della Fonte nel gruppo Forte Village, sperando – davvero – che sia l’inizio di un nuovo rinascimento e di una nuova storia per il Palazzo, per Fiuggi e per tutta la Ciociaria.

Andrea Giorgilli