Trivigliano

Trivigliano
Città Ferentino Filettino Località da visitare Magazine Territorio Torre Cajetani Trivigliano

Giocare di sponda

Il Comune di Trivigliano, completamente circondato da boschi di castagno e cerro, sorge su di una collina a forma di cono, a circa 850 m. s.l.m. Le prime notizie storiche del paesino risalgono al X sec. Durante il corso della storia Trivigliano appartenne in un primo momento allo Stato della Chiesa e, a seguito del pontificato di Bonifacio VIII, passò sotto il dominio della cittadina di Alatri e poi dei Colonna.

L’origine del nome viene collegata al termine latino “tres vigilantes”, probabilmente in riferimento alle tre torri della cinta muraria, tutt’oggi rappresentate sullo stemma comunale.

Il centro storico, tipicamente medievale, sviluppatosi intorno alla rocca o castello, è ricco di vicoletti molto stretti, stradine tortuose, bei portali, scalinate e piazzette panoramiche. Nel territorio di Trivigliano si possono fare lunghe passeggiate a piedi o in bici tra verdi prati e colline. La piazza principale del Comune si presenta come un vero e proprio terrazzo sulla sottostante valle, dalla cui vista si può ammirare uno splendido panorama sul Lago di Canterno. Lo specchio d’acqua di origine carsica, formatosi nel 1821, si presenta come un posto magico dopo poter trascorrere del tempo in completo relax.

Da vedere: Chiesa di S. Maria Assunta, Chiesa di Sant’Oliva (patrona della città), Lago di Canterno, Porta di Vicolo dello Spreco.

La Riserva Naturale del Lago di Canterno

Oasi Lago Di CanternoIl Lago di Canterno è un lago di origine carsica, con il tempo è stato chiuso artificialmente per permettere la produzione di energia elettrica. Il lago non è balneabile. Fa parte della riserva naturale, ricca di flora e di fauna. Diffusa è la pesca grazie alla presenza di alborelle, carpe, anguille, persici reali. La zona è un vero paradiso per gli amanti del birdwatching grazie alla presenza di molte varietà di uccelli. Sulle rive del lago non manca la possibilità di fare escursioni a cavallo, a piedi o in bicicletta. Prendete i vostri bambini e fate un giro intorno al lago sulla pista ciclabile: il percorso è in pianura e ci sono aree di sosta attrezzate per picnic.
La Riserva del Lago di Canterno, nonostante le dimensioni ridotte, presenta una notevole varietà di ambienti naturali, ciascuno dei quali è legato ad una determinata fauna. Molte sono le specie di animali che si possono incontrare in questa area: dagli animali acquatici come l’airone cenerino, l’airone bianco o il germano reale, fino ad arrivare agli uccelli rapaci, come l’allocco, il cuculo, il barbagianni e il falco pecchiaiolo. All’interno della riserva inoltre ci si può facilmente imbattere in comunissimi scoiattoli, volpi rosse, istrici, tassi, ma anche cinghiali e cerbiatti.
Anche per i pescatori la riserva del Lago di Canterno appare particolarmente attrattiva, tra le varie specie ittiche che popolano l’oasi infatti possiamo annoverare la carpa, l’anguilla, la tinca, il persico e il carasso.

Maggiori informazioni sulla Riserva Naturale del Lago di canterno