Acuto

Acuto
Acuto Città Località da visitare Magazine Territorio

L’orizzonte senza confini

La cittadina di Acuto sorge a circa 746 metri sul livello del mare. Nel corso del tempo, a seguito delle varie trasformazioni edilizie, oggi si presenta come un borgo panoramico, che vigila attenta sulla vicina città di Anagni. La tradizione dice che Acuto sia stato fondato intorno al 450 d. C., durante il periodo delle invasioni barbariche, a seguito della fuga di alcuni anagnini, che si rifugiarono proprio in questa area, in prossimità dei Monti Ernici.

Il paesino, di modesta estensione, è conosciuto prevalentemente per la sua aria salubre e per il clima mite che lo contraddistingue, nonché le molteplici possibilità che offre di fare escursioni panoramiche tra i monti e i boschi che lo popolano.
Si può dunque riconoscere la cittadina di Acuto, come un posto ideale per tutti coloro che amano ricaricarsi nella quiete e per tutti gli amanti della natura.

Assolutamente da vedere: La Chiesa dei Santi Sebastiano e Rocco, la più antica di Acuto; la Collegiata di S. Maria Assunta; il Museo Diffuso; la Casa Madre delle “Suore Adoratrici del Sangue di Cristo”, ordine fondato da Santa Maria De Mattias, con annesso museo.
Virgili (Lega Ernica)

La Chiesa della Madonna di Mezzo

AcutoLa “Chiesa della Madonna di Mezzo Monte”, meglio conosciuta come Chiesa della Madonna della Speranza è una particolarissima e antica costruzione che si trova nei pressi della zona rurale di Acuto. La struttura fu costruita in quel particolare luogo, in modo tale da poter essere raggiunta facilmente da tutti i lavoratori provenienti dalle campagne del paese e dalle zone limitrofe.
La chiesa poggia un fianco sulla collina mentre l’altro si affaccia proprio sulle campagne, non bloccando però il passaggio. La sua particolare architettura è unica nel suo genere, basti pensare per esempio che il porticato in muratura, che la caratterizza è attraversato dalla strada.
Merita sicuramente una visita.