Calcutta: dalla musica da cameretta all’Arena di Verona

Calcutta: dalla musica da cameretta all’Arena di Verona
Città Cultura Curiosità Latina Magazine Territorio

Calcutta: quando l’ Io diventa generazionale

Contemporaneo. Sì, forse questo è il termine più adatto per definire Edoardo d’Erme, cantautore pontino noto ai più per aver composto e cantato “Frosinone”, la canzone dai toni vagamente “rinogaetaniani” – perdonate il neologismo – che ironizza su una possibile promozione del team ciociaro in serie A.
Classe 1989, di Latina e di quella dimensione provinciale ha fatto l’oggetto preferito dei suoi testi, all’interno di un’atmosfera indie che inaugura nel nostro Paese un’inclinazione totalmente nuova del genere. La classica “canzone da cameretta” che prende le distanze dalla tradizione indie vigente in Italia sino a qualche anno fa (quella degli Afterhours per intenderci) e dal suo possibile impegno politico per ripiegare all’interno di toni più intimistici e in una estraniazione dalla realtà dove ad emergere è sì, l’io. Ma una sorta di “io collettivo” o “generazionale” che si fa portavoce del disagio e della disillusione giovanile dell’ epoca 2.0, dominata dai social network e dalla comunicazione selvaggia che, invece di avvicinare, tende ad allontanare gli individui tra loro.
“Esco o non esco | Fuori è caldo ma è normale ad agosto | Non ci penso ma poi sudo lo stesso”. Così recita “Pesto”, il nuovo singolo trasmesso con una certa frequenza dalle maggiori emittenti radiofoniche al punto da sdoganare l’indie come genere di nicchia e da conferirgli una veste decisamente più popolare e commerciale. Ma non per questo abbassandolo di livello!
La musica di Calcutta è una musica di qualità. Questo è chiaro sia agli estimatori del genere, sia a qualsiasi ascoltatore medio che casualmente, dal 2 marzo, può essersi imbattuto nel singolo “Pesto”, con la funzione di anticipare l’uscita del misterioso album prevista per questa primavera.
Nel frattempo, il capoluogo pontino si prepara accogliere il suo cantautore: si svolgerà infatti a Latina la seconda delle due uniche tappe estive del tour, la prima delle quali all’Arena di Verona. Appuntamento il 21 luglio allo Stadio Francioni: prevendite già disponibili sul sito di Ticketone!
Dopo la collaborazione con J-Ax e Fedez per cui Calcutta ha scritto i testi di “Milano intorno” e  Allergia” incluse nell’album “Comunisti col Rolex” e quella con Nina Zilli per il singolo “Mi hai fatto fare tardi”, quali altri progetti abbraccerà l’intraprendente cantautore un po’ hipster – un po’ fuori dagli schemi? Staremo a vedere!

Pesto Calcutta